23/01/2015 20.28 in Vino da Giorgio Ghetti
Prosecco, una parola che racchiude in sè migliaia di tipologie ed una diffusione planetaria, che rappresenta l'Italia nel mondo ed è orgoglio della spumantizzazione italiana. Non è facile però inquadrare i prodotti e la qualità al giusto prezzo, anche perchè il
Prosecco è un vino "facile", come direbbero alcuni, o che comunque va giù senza tanti complimenti e questo a noi piace particolarmente... Ma per non sbagliare "strada" è sempre meglio guardare dove e chi lo produce, e quella "di Guia" e di certo quella giusta: scopriamo perchè...

 

L'origine del suo nome non è legato al Veneto bensì al Friuli, dove si ha notizia di questo vino dal 1600.

L'esigenza di chiamarlo Prosecco, pare nasca dalla necessità differenziare la Ribolla Triestina dagli altri vini della zona, indicandone così la denominazione riferita alla caratterizzazione geografica. Dal paese omonimo, attualmente frazione di Trieste, venne denominato il vino "Castello di Prosecco".

Nei secoli i viticoltori friulani abbandonarono la coltivazione della Glera da Prosecco e la coltivazione migrò verso le zone del trevigiano e di Valdobbiadene dove oggi è il prodotto in prevalenza.

Attualmente detiene il titolo di vino italiano più esportato nel mondo, e forse i friulani un po' lo compiangeranno...
Pochi chilometri ad est di Valdobbiadene, sulla strada che porta a Vittorio Veneto, sorge il piccolo paese di Guia dove già dal 1700 si ha notizia dei vignaioli della famiglia Biasiotto. Nel 1989 con il nome Foss Marai, giusto tributo al nome della valle dove i Biasiotto per primi hanno coltivato le viti in pendenza, Carlo fonda quest'azienda con lo spirito di rispettare il territorio e le tradizioni.
Un cammino "Leniter in itinere" (lungo e costante), come lui ama definirlo, che ha portato oggi Foss Marai ad essere una delle aziende più famose nel mondo non solo per la sua qualità ma anche per la sua immagine di azienda familiare, artigianale e rispettosa dei delicati equilibri della natura e del territorio. Progetto non facile in una globalizzazione sempre più caratterizzata da regole di mercato insostenibili.
Il microclima delle vallate di Guia è ideale per la produzione delle uve per il Prosecco, ventilata e con i giusti sbalzi termici che donano ai vini apprezzati ed inconfondibili profumi.
La gamma Foss Marai è tutta da scoprire, i Prosecchi, tutti DOCG, sono rappresentati dai portabandiera "Strada di Guia 109", nome che deriva dall'indirizzo della sede aziendale, ancora una volta a rimarcare lo stretto legame con il territorio. Prodotti in versione Brut ed Extra Dry gli "Strada di Guia 109" sono Glera 100%, caratterizzati da profumi accattivanti di frutta, fiori di acacia e mela. Il residuo zuccherino si fonde bene con l'acidità e ne produce un equilibrio piacevole e fresco.
Dall'aperitivo ai secondi di pesce più corposi, sono vini che si abbinano con versatilità e non restano stucchevoli come spesso purtroppo accade sopratutto per i Prosecchi, Extra Dry in particolare...
Lo stile è ben riconoscibile, caratterizzato da una persistenza che non è solita per questa tipologia.
Le versioni millesimate "Guia Brut" e "Nadin Dry" permettono, a chi vuole spingersi un po' oltre, di distinguere i caratteri delle varie annate. Le uve,che provengono dai vigneti storici di famiglia, sono selezionate con meticolosità per dare un prodotto esemplare.
Molto interessante anche la serie degli spumanti, molto calibrati e piacevoli sempre orientati a rappresentare lo stile Foss Marai.
Il "Surfine" colpisce particolarmente per il suo frutto e la sua ricchezza. Il vino base viene affinato in piccole botti per meno di sei mesi sottoponendolo a micro-ossigenazione, per migliorarne i tannini. Il resto del vino affina sur-lie (sui lieviti fini) in acciaio.
"Marai de Marai" è un blend di vitigni autoctoni della provincia di Treviso recuperati nel corso degli ultimi anni; fruttato e non impegnativo, imbottigliato in vetro trasparente zigrinato che ne valorizza il colore paglierino. Nella versione "Roos Brut" troviamo gli stesssi autoctoni miscelati con alcune uve a bacca nera, provenienti da alcuni appezzamenti di terreno di proprietà Foss Marai in Puglia. Da questo mix, vinificato a Guia con tecniche moderne, si ottine un rosè ricco di frutti di bosco e con bolla vivace, spumosa ed accattivante, dotato di una struttura molto fitta che ben si abbina anche a piatti più sostanziosi.
Da non perdere le versioni Magnum che, grazie al notevole rapporto qualità prezzo, molto adatti come regalo o per dare alla tavola maggiore suntuosità.

Convitis con pochi click porta a casa vostra i Prosecchi e gli Spumanti Foss Marai in 24-48 ore, un modo molto comodo e conveniente per scoprire il mondo Foss Marai della Famiglia Biasiotto.

Alla prossima bolla...

 Foss Marai Strada di Guia 109