16/10/2016 23.53 in Olio da Riccardo Ghetti
 Ora che ho comprato il mio Olio Extravergine di Oliva preferito, come lo conservo al meglio? Trucchi e accorgimenti per non rovinare l'oro verde.

L’olio extravergine di oliva di alta qualità sta conquistando sempre più nuovi appassionati: il prezzo passa in secondo piano, una volta che si scoprono le moltitudini di sensazioni di gusto ed olfatto, irraggiungibili dai normali oli in super offerta sconto al supermercato. Dal Trentino alla Sicilia, il nostro paese offre un'incredibile varietà di eccellenti prodotti.

Ma ora che ho comprato il mio primo prezioso EVO, come lo conservo al meglio? Come mi garantisco che quanto ho ben speso resti tale il più a lungo possibile?

 

Prima di tutto occorre conoscere i tre principali nemici dell’olio extravergine di oliva: l’ossigeno, la luce ed il calore.

Suggeriamo sempre ai nostri clienti di proteggere l’olio extravergine di oliva dal deperimento adottando 7 semplici accorgimenti.

 

  • 1. Conservate l’olio in un luogo fresco e buio: tra 12 e 16 °C sarebbe perfetto, ma anche la normale temperatura di casa, tra 19 e 23 °C non presenta particolari problemi.
 
  • 2. Evitate di conservare l’olio in frigorifero perchè le temperature troppo basse potrebbero alterare le caratteristiche degli oli EVO di qualità.
 
  • 3. Se conservate l’olio in cucina, evitate le dispense vicino a fonti di calore come forno, fornelli, cappa, lavastoviglie, frigorifero, termosifoni eccetera.
 
  • 4. Preferite contenitori piccoli e con chiusura ermetica, in modo da limitare al massimo il contatto con l’aria e quindi l’ossidazione del prodotto. Un buon tappo in plastica o silicone di solito garantisce una chiusura più ermetica rispetto ad esempio al sughero.
 
  • 5. Se comprate l’olio in contenitori più grandi, come le latte da 3 o 5 litri, travasate tutto l’olio in bottiglie più piccole ed usatene una per volta. In questo modo solo una parte dell’olio sarà esposta all’aria.
 
  • 6. Usate bottiglie scure o non trasparenti, per limitare al massimo l’esposizione dell’olio alla luce ed il conseguente degrado. Preferibilmente di vetro o ceramica, ma anche l’acciao inox può andare. Da evitare invece assolutamente il PVC, i cui plastificanti potrebbero facilmente essere assorbiti dall’olio.
 
  • 7. Se acquistate in negozio o al supermercato, evitate di comprare bottiglie d’olio che siano state esposte in vetrina alla luce diretta del sole, o siano state sullo scaffale del negozio per troppo tempo.

 

 Conservazione olio di oliva

 

Scegliendo di comprare olio extravergine di oliva di alta qualità avrete le maggiori possibilità che questo mantenga nel tempo le sue caratteristiche nutrizionali ed organolettiche. Tenete anche presente che, gli oli filtrati sono normalmente più stabili e longevi di quelli non filtrati perchè l’acqua e le impurità (ad esempio i residui di nocciolo), contenute in questi ultimi, tendono nel tempo a favorire il processo di ossidazione e quindi il deperimento del prodotto.

 

Seguendo questi semplici consigli il vostro olio extravergine di oliva preferito manterrà a lungo tutti i suoi profumi e sapori.